Piccoli prestiti che hanno fatto crescere grandi idee

sittercity

Un idea di successo sviluppata grazie ad un prestito tra persone

Le idee sono il punto di partenza di tutte le fortune. E’vero. Ogni azienda di successo inizia con un’idea. Le persone vedono la necessità di un prodotto o di un servizio e immaginano un modo per guadagnarsi da vivere facendo quello che desiderano. E poi riescono a sviluppare le loro buone idee in piani aziendali.

Genevieve Thiers è stato ispirata ad iniziare la sua attività quando vide una donna incinta che affiggeva un volantino per cercare una baby-sitter. Si immaginò una azienda che avrebbe fornito ai genitori risorse di qualità per l’infanzia sempre a portata di mano, e pensò al nome SitterCity. Prese contatti con un gruppo di investitori che le risposero: “Ci dispiace, ma non finanziamo club di babysitter”. Ma Genevieve non si arrese e riuscì a coinvolgere alcuni suoi parenti. Grazie ad un piccolo prestito dai suoi familiari va avanti e fonda la sua azienda  con un budget ridotto. Il servizio SitterCity è stato lanciato nel 2001 negli Stati Uniti e ha acquisito rilevanza nazionale nel 2005. Oggi l’azienda fornisce ai clienti anche pet sitter, tutor, governanti e operatori sanitari.

Nel 2006, Kristen Boekhoff aveva una carriera di successo nel quartiere finanziario di New York, ma non era soddisfatta. Voleva avviare un business che univa il suo amore per i viaggi, l’avventura e la creatività con il suo desiderio di fare la differenza. Boekhoff ha deciso di fondare una società per costruire villaggi vacanze sostenibili in paesi in via di sviluppo. La sua società, Unity Resorts, ha aperto il Panigram Resort, primo villaggio eco-sostenibile, nell’autunno del 2012 in Bangladesh. Per arrivare a questo risultato  Kristen Boekhoff  ha affrontato molte sfide lungo la strada: prima fra tutte la difficile ricerca di investitori per  finanziare il resort. La sua famiglia ha creduto in lei ed è proprio da qui che è partita per avviare il progetto. Poi è riuscita a superare le barriere linguistiche e di comunicazione ed entrare nel complesso sistema legale del Bangladesh per arrivare al completamento del suo progetto.

MaryBeth Reeves amava i collage e aveva realizzato un album con le foto del suo matrimonio, ma quando scoprì di aspettare quattro gemelli si rese conto che non avrebbe avuto il tempo di realizzare quattro album collage con le foto dei suoi figli. Così decise di creare degli album digitali. Parenti e amici si entusiasmarono subito vedendo questi progetti e chiesero a MaryBeth di crearne alcuni anche per loro. In questo modo ha potuto lanciare la sua attività, Scrapbook mamma. Oggi MaryBeth fa quello che le piace e usa la creatività nel suo lavoro quotidiano.

Tutte queste persone hanno portato avanti il loro progetto grazie all’aiuto di parenti ed amici che hanno creduto in loro. Prestiamoci consente ai Richiedenti meritevoli di poter contare sul capitale di Prestatori che si fidano di loro e che vogliono investire nel loro progetto. In Prestiamoci c’è molta gente su cui poter contare!