Crowdfunding per tutti!

Si parla sempre più spesso di crowdfunding, lo strumento per finanziare non solo attività imprenditoriali in fase di start up ma anche l‘imprenditorialità sociale e cooperativa, il no profit, nonché le idee, i progetti e le iniziative promosse sia dai cittadini sia dalla Pubblica Amministrazione. Un dato emerge tra tutti: il crowdfunding puo’ rappresentare la spinta iniziale per crescere, per dare un’opportunità di espressione, a tutti. Ed è per questo che l’obiettivo ultimo e più elevato diventa quello di sensibilizzare verso questo fenomeno, che potrà creare lavoro, occupazione,partecipazione, inclusione sociale. Un fenomeno che trae la sua forza dal capitale sociale, ovvero noi. La globalizzazione, il progresso tecnologico hanno aperto un nuovo grande capitolo della storia, sempre più spesso descritto come “epoca della conoscenza”. La conoscenza diventa la materia prima trainante. E’ l’uomo al centro, non le tecnologie. E’ la dimensione sociale prima di quella tecnologica. È la massa critica delle persone che utilizzano in modo consapevole le risorse che il mondo oggi sa offrire alla base di un nuovo futuro. Non sono le tecnologie non è Internet ma l’uso che ne sappiamo fare che rappresenta conoscenza condivisa, che, oltre a essere una base per favorire la partecipazione, è il fattore primario di sviluppo, assieme di crescita e inclusione sociale. E i dati sul finanziamento dalla folla sono molto incoraggianti. Si pensi solo il crowdfunding ha avuto un giro di affari di 5 miliardi di dollari nel 2013 con tassi di crescita al 91%. Nel 2014 il crowdfunding ha creato 270,000 posti di lavoro nel mondo e ha iniettato 65 miliardi nell’economia globale. Monete complementari e crowdfunding sono nuovi modelli economici figli dell’era della conoscenza che sta mettendo alle corde le banche. Il crowdfunding diventa così il nuovo...