Piccoli prestiti che hanno fatto crescere grandi idee

Le idee sono il punto di partenza di tutte le fortune. E’vero. Ogni azienda di successo inizia con un’idea. Le persone vedono la necessità di un prodotto o di un servizio e immaginano un modo per guadagnarsi da vivere facendo quello che desiderano. E poi riescono a sviluppare le loro buone idee in piani aziendali. Genevieve Thiers è stato ispirata ad iniziare la sua attività quando vide una donna incinta che affiggeva un volantino per cercare una baby-sitter. Si immaginò una azienda che avrebbe fornito ai genitori risorse di qualità per l’infanzia sempre a portata di mano, e pensò al nome SitterCity. Prese contatti con un gruppo di investitori che le risposero: “Ci dispiace, ma non finanziamo club di babysitter”. Ma Genevieve non si arrese e riuscì a coinvolgere alcuni suoi parenti. Grazie ad un piccolo prestito dai suoi familiari va avanti e fonda la sua azienda  con un budget ridotto. Il servizio SitterCity è stato lanciato nel 2001 negli Stati Uniti e ha acquisito rilevanza nazionale nel 2005. Oggi l’azienda fornisce ai clienti anche pet sitter, tutor, governanti e operatori sanitari. Nel 2006, Kristen Boekhoff aveva una carriera di successo nel quartiere finanziario di New York, ma non era soddisfatta. Voleva avviare un business che univa il suo amore per i viaggi, l’avventura e la creatività con il suo desiderio di fare la differenza. Boekhoff ha deciso di fondare una società per costruire villaggi vacanze sostenibili in paesi in via di sviluppo. La sua società, Unity Resorts, ha aperto il Panigram Resort, primo villaggio eco-sostenibile, nell’autunno del 2012 in Bangladesh. Per arrivare a questo risultato  Kristen Boekhoff  ha...

Prestiamoci apre anche agli investitori istituzionali

Il marketplace di Prestiamoci apre anche agli investitori istituzionali, ovvero alle persone giuridiche che vogliono investire nel mercato dei prestiti personali. Sulla scia delle piu importanti piattaforme di prestiti tra privati nel mondo,  Prestiamoci crede che l’espansione del modello di business passi attraverso anche al coinvolgimento attivo dei capitali delle aziende. Sfruttando l’efficienza di internet e mettendosi in diretta concorrenza con le opzioni più tradizionali per chi ha bisogno di un prestito, la piattaforma consente ai Richiedenti con una buona storia creditizia di ottenere prestiti personali ai tassi migliori presenti nel mercato. Da oggi anche i piccoli e grandi investitori istituzionali potranno prestare capitali per progetti personali di gente comune. Le prospettive sono molto interessanti e potenzialmente gli sviluppi potrebbero vedere questa nuova asset class rappresentare una grossa fetta dei capitali investiti in Prestiamoci. Avete un’azienda e volete investire in Prestiamoci? Scrivete a info@prestiamoci.it e sarete contattati da un nostro...

La nuova offerta di Prestiamoci: come cambiano i portafogli

Prestiamoci è online con una nuova offerta TAN per i nostri Richiedenti e conseguentemente con un nuovo portafogli rendimenti per i nostri Prestatori. All’inizio della nostra gestione a Novembre 2013, abbiamo formulato i mix di portafogli basandoci sullo storico relativo alla popolazione italiana (cioè quello del bureau creditizio). Durante questo periodo di erogazione di prestiti personali, il nostro target si è man mano spostato sulla tipologia “prime” e quindi su classi di prestito delle tipologie A e B (come  evidenziato dal grafico qui sotto). Sicuramente questo è un messaggio molto positivo per la nostra piattaforma che è riuscita ad attrarre Richiedenti con profili di merito creditizio molto buoni. I nostri Richiedenti hanno quindi ottenuto TAN e Taeg molto convenienti, beneficiando dei vantaggi dei prestiti tra persone. Seguendo il trend storico delle richieste di prestito appartenenti alle relative alle classi di rischio, abbiamo quindi aggiornato la distribuzione dei prestiti, proponendo nuovi profili di investimento automatico. Consigliamo pertanto a tutti i Prestatori di aggiornare nella propria Area Personale all’interno della sezione Investi Automatico, il profilo di rendimento atteso dal portafogli. In questo modo sarà possibile allocare più velocemente le proprie quote di investimento sui prestiti presenti nel marketplace, in quanto i nuovi profili di investimento rispettano maggiormente la distribuzione reale dei prestiti all’interno delle singole classi. Cosa succede se un prestatore non modifica il proprio profilo di investimento automatico? Semplicemente le quote del suo capitale potrebbero necessitare di maggior tempo per essere investite, poichè la distribuzione percentuale dei prestiti presenti nel suo profilo di investimento non rispecchia esattamente la reale distribuzione presente sul marketplace. Ad esempio un prestatore con il vecchio profilo ABC aveva...

Prestiamoci partecipa alla Survey Europea sul Crowdfunding.

La Financial Services Users Group (FSUG), un gruppo consultivo della Commissione europea, sta attualmente conducendo uno studio per esplorare la percezione degli investitori nel mondo del crowdfunding. Lo studio si concentra sugli investitori (non raccolte di fondi) in piattaforme con ritorni finanziari. Questo è il primo tentativo a livello pan-europeo per analizzare il comportamento degli utenti. Qui potrete trovare il questionario disponibile anche in lingua italianahttps://ec.europa.eu/eusurvey/runner/LENDINGcrowdfundingCONSUMERsurvey Le risposte pervenute rimarranno anonime. I risultati saranno pubblicati in un rapporto che sarà a disposizione del pubblico per tutti e accessibile anche attraverso il sito web della Commissione:...